Intervista a Antonella Di Napoli

In un recente post si parlava di “bandiere” del Tennistavolo Torino. Bene, oggi vogliamo condividere con voi una breve ma intensa intervista a colei che molto probabilmente è la figura simbolo della società: l’attuale Direttrice Antonella Di Napoli.
Antonella inizia a giocare all’età di circa 8 anni nella palestra del “Dopolavoro Poste”, società fondata dal papà Renato e dalla quale qualche anno dopo nascerà il TT Torino. La sua è una carriera fatta di tanto lavoro e sudore insieme a tecnici di altissimo livello. Dopo innumerevoli medaglie a livello sia regionale che nazionale, ottiene il coronamento con il titolo di Campionessa Italiana Juniores nel 2003. Anto in quell’anno partecipa anche ai Campionati Europei giovanili dopo aver già vestito la maglia della nazionale in diversi open internazionali.

Da sempre tesserata per il TT Torino, tranne che per una stagione durante la quale disputa la massima serie con la forte squadra valdostana del Pink Cervino, ha militato per tantissimi anni nel campionato di A2.
Dopo aver chiuso ancora molto giovane la carriera da giocatrice intraprende con entusiasmo quella da allenatrice sia in società che come tecnico regionale. Anche in questa nuova veste non tarda a dimostrare il suo valore e riesce a togliersi con i proprio atleti tante soddisfazioni (ricordiamo che da tecnico regionale è riuscita a vincere, nel corso dei vari anni, tutte le competizioni FITeT riservate al settore giovanile regionale!).

Il suo ruolo nel TT Torino cambia radicalmente circa quattro anni fa quando suo papà Renato viene eletto Presidente Federale e quindi tocca a lei prendere in mano le redini della società. Antonella diventa quindi la Direttrice del TT Torino e si occupa della gestione della società a 360°, lavorando quasi esclusivamente in ufficio piuttosto che in palestra.

🔴  Anto, iniziamo parlando del nuovo staff che la società ha recentemente presentato. Cosa ne pensi? Con i nuovi innesti quali obiettivi ritieni che il TT Torino possa raggiungere a breve, medio e lungo termine?
⚫️  Sono davvero molto soddisfatta del nuovo team di allenatori. Quando l’ex DT Paiola ci ha comunicato le sue dimissioni ho deciso di portare in società forze nuove, professionali e motivate da affiancare ai nostri “fedelissimi” per intraprendere immediatamente un nuovo ciclo sportivo. E penso di esserci riuscita!
Conosco Domenico, il nostro nuovo direttore tecnico, da tantissimi anni e so quanto sia spinto da passione e motivazione. Voglio che trascini tutto l’ambiente! Inoltre lui è sì un tecnico ma nella sua città, Matera, ha fondato e portato avanti una società per ben quattro anni perciò ha quella visione completa dell’attività che ben si sposa con il nuovo TT Torino che ho in mente.
Xu, che in realtà non è una novità ma è sicuramente una novità il fatto che lo avremo sempre a disposizione nella nostra palestra come tecnico, sparring e giocatore, è stato il mio primo allenatore asiatico quando avevo appena 9 anni. Le sue competenze sono indiscutibili ma soprattutto lui è una di quelle persone di cui mi fido ciecamente e che quando ha in mano le chiavi della palestra sento come se le avessi io.
Gabriele invece lo conosco sin da quando era un bambino! E’ uno dei migliori giocatori prodotti dal nostro vivaio e sono sicura che farà un gran lavoro dimostrando professionalità ed impegno. Mi aspetto da lui che sia un esempio soprattutto per il nostro settore giovanile.
Domenico, Xu e Gabriele si aggiungono ai confermati Piermaria Demichelis, Manuela Baderna, Enrico Scano, Matteo Vallino e Mara Dompè che hanno svolto sempre un gran lavoro e che senza dubbi voglio al mio fianco anche per il futuro.
Passando agli obiettivi ed avendo prima nominato il settore giovanile inizio col dire che mi aspetto innanzi tutto che la storia del TT Torino, fatta da sempre di tanti successi dei nostri ragazzi, continui! Abbiamo un gruppo importante che può dare ancora tanto ma i nostri tecnici dovranno anche essere bravi a mettere le basi per un “cambio generazionale” se così si può dire.
Mi aspetto inoltre grandi risultati dalle nostre squadre. Nella stagione 2020/21 parteciperemo al secondo campionato nazionale sia con gli uomini che con le donne ed in entrambi i casi lo faremo con squadre molto giovani. I ragazzi, Gabriele a parte ovviamente che ha già giocato anche in A1, sono al debutto in A2 invece le ragazze sono tutte già più esperte di questo campionato e non mi stupirei se ci regalassero un campionato di vertice.
Con lo sguardo più proiettato verso il futuro vedo un TT Torino con un’organizzazione sempre più forte in grado di ampliare la propria gamma di servizi. Mi piacerebbe tornare ad avere un gruppo di professionisti che si allenano stabilmente con noi.

🔴  Prima hai detto che hai un nuovo TT Torino in mente. Come sarà strutturato? Oltre all’alto livello ci sarà spazio anche per chi non si allena con l’ambizione di diventare un giocatore professionista?
⚫️  Certo, questo sarà un aspetto fondamentale! Daremo continuità al gruppo “giovanissimi”, magari ampliando anche ai bimbi dell’asilo, al gruppo disabili, agonisti ed amatori. In particolare per questi ultimi stiamo pensando a delle novità come ad esempio dei circuiti di tornei con premio finale aperti anche a tesserati di altre società che avranno piacere di condividere con i nostri qualche partita serale!
Dopo le numerose richieste arrivate nei mesi scorsi, prima della chiusura di stagione anticipata, abbiamo deciso di dare la possibilità di venire a giocare anche a chi ha semplicemente voglia di passare un’oretta diversa, sfidando un proprio parente o un proprio amico, senza alcun obbligo di seguire corsi. Un po’ come funziona nei circoli tennis dove chiunque può prenotare il proprio campo e giocare.
Ci tengo a precisare una cosa che non è così scontata e cioè che tutti i nostri corsi saranno seguiti solo ed esclusivamente dai nostri tecnici, tutti qualificati e riconosciuti dalla federazione.

🔴  Non possiamo non toccare un tema molto attuale e cioè quello della chiusura delle palestre scolastiche a causa dell’emergenza corona virus. Cosa ti senti di dire a tutti i tesserati del TT Torino per rassicurarli sulla ripresa dell’attività?
⚫️  Purtroppo quest’anno siamo stati tutti vittime di questa brutta pandemia che ha bloccato ogni attività, non solo sportiva. Qualcuno fortunatamente ha già avuto la possibilità di ripartire, noi siamo ancora fermi perché lavoriamo all’interno di una palestra scolastica che è ancora chiusa. La società ha avviato una fitta comunicazione sia con il Comune di Torino che con la Dirigente della scuola e forse a luglio riusciremo a vedere un po’ di luce in fondo a questo tremendo tunnel. Mi auguro che il peggio sia passato e che il numero dei contagi continui a scendere. Se sarà così a breve torneremo a lavorare ai tavoli.

🔴  Concludiamo questa intervista con una domanda che riguarda te. Ultimamente hai assunto un ruolo dirigenziale nella società che tante gioie ti ha regalato da atleta. Ti manca entrare in palestra, prendere la racchetta in mano e giocare o allenare?
⚫️  In realtà non ho mai smesso di prendere la racchetta in mano anche se, dopo che mio padre è stato eletto presidente federale, mi sono ritrovata a dover gestire praticamente tutto in società e le tante cose da fare mi hanno relegata più in ufficio! Per il prossimo anno però ho intenzione di essere più presente in palestra per offrire il mio supporto tecnico e mettere la mia esperienza a disposizione di tutti i nostri tesserati. Dopo quasi 25 anni di tennistavolo a buon livello mi piace aiutare giovani e meno giovani a migliorarsi e a cercare sempre nuovi stimoli che solo questo fantastico sport può offrire!

Il TT Torino non si ferma e si assicura per la stagione 2020/21 il maestro cinese Xu Fang ed il rientro di Gabriele Piciulin

Se nella storica palestra di Via Tempia purtroppo è ancora tutto fermo con la speranza di poter riprendere a giocare prima possibile, la dirigenza del TT Torino è tutt’altro che ferma! Infatti, dopo aver ufficializzato il nuovo DT Domenico Colucci, la società annuncia che ad affiancarlo ci sarà il maestro cinese Xu Fang, insieme al rientro di Gabriele Piciulin.

Xu Fang

Xu, con un passato da numero 9 della Cina (si, parliamo di classifica assoluta cinese!), collabora part-time con la società già da diverse stagioni come tecnico, sparring e giocatore. La vera novità è che dalla prossima stagione potremo contare sulla sua presenza fissa in palestra come tecnico ma, all’occorrenza, anche come sparring e giocatore. Persona competente e professionale, sempre umile e paziente nel trasferire ai suoi allievi le sue conoscenze, siamo sicuri che sia la persona giusta per innalzare ancora di più la qualità del nostro nuovo staff tecnico.

Gabriele Piciulin

Gabriele, torinese doc, classe 2000 è cresciuto sportivamente proprio nel vivaio della nostra società prima di trasferirsi nel centro federale di Formia. Gabriele, oltre ad essere il faro della formazione neo-promossa in A2, collaborerà attivamente con noi come sparring, a forte supporto dei tecnici Domenico Colucci e Xu Fang.
Ricordiamo che Gabri, nonostante la sua giovane età, è stato già in grado di issarsi alla posizione numero 10 del ranking italiano assoluto e di ottenere vittorie prestigiose come quella nella stagione appena conclusasi con Leonardo Mutti (attuale numero 2 d’Italia ma che al momento del match era numero 1!) e quella leggermente più datata contro il campione tedesco Gerrit Engemann.

Cosa aggiungere se non BUON LAVORO A ENTRAMBI!

Domenico Colucci sarà il nuovo direttore tecnico del TT Torino

Domenico Colucci
Il TT Torino dà il benvenuto a Domenico Colucci: sarà lui il nuovo direttore tecnico

Domenico Colucci, materano, classe ’86, torna nella famiglia del TT Torino con il ruolo di Direttore Tecnico dopo la parentesi durata ben cinque stagioni, a partire dal lontano 2004/5, come giocatore del nostro club.
Nel frattempo tante esperienze importanti tra le quali quella come vice-allenatore del TT A4 Verzuolo dove, sotto la guida del capo area tecnica Catalin Negrila, ottiene i primi importanti successi soprattutto con il settore giovanile e quella come fondatore e tecnico del TT Città dei Sassi che in soli due anni di attività conduce in B2 maschile e A2 femminile, schierando nelle proprie squadre sempre giovani del vivaio tra i quali spicca sicuramente il nome di Teresa D’Ercole.
La società ripone piena fiducia in Domenico nell’ottica di poter dare il via ad un nuovo e consistente ciclo di successi, attività e progetti.
Nei prossimi giorni conosceremo meglio sia lui che le sue idee, per il momento non ci resta altro che fargli un grosso in bocca al lupo e dirgli… “BUON LAVORO DOME!”

Intervista al “Paio”

Nel mondo dello sport è sempre più raro trovare persone che si legano ad una maglia per tanti anni, che ne sposano stile e modo di fare, pensare, lavorare. Nello sport più famoso del mondo, il calcio, ci verrebbero in mente “bandiere” come Del Piero, Maldini, Totti.
Anche il TT Torino ha le proprie bandiere e sicuramente fra queste c’è Coach Andrea Paiola che, dopo 22 primavere di cui 8 da giocatore e 14 da tecnico, lascia la società portandosi dietro un vagone di emozioni indimenticabili.
Ci sembra giusto dare a “Paio” un contributo anche sui nostri canali di comunicazione e per questo abbiamo pensato a questa bella intervista tutta da leggere!

Il Paio giocatore

🔴 Andre, una vita nel TT Torino che possiamo dividere in due grandi periodi: quello da giocatore e quello da tecnico. Partendo dal primo, quello da giocatore, quali allenatori ritieni che siano stati più importanti per la tua crescita, quale vittoria ricordi come la più bella e quale sconfitta come la più dolorosa?
⚫️ Hai ragione, una vita! Sono arrivato in società nel 1998 all’età di 13 anni e da allora ho avuto il piacere di essere allenato e seguito inizialmente da Giovanni Greco, Manuela Baderna e dall’ex direttore tecnico Walter Broglio e negli anni a seguire dal bulgaro Veselin e dal maestro cinese Xu Fang.
Nel 2006 la società, nonostante la mia giovane età, mi ha proposto un incarico come aiuto-tecnico e ho subito accettato questa sfida che sentivo mia! Nel 2015 sono diventato direttore tecnico del TT Torino sino ad arrivare ad oggi. Tra il 2008 ed il 2016 ci tengo a ricordare anche la mia esperienza come tecnico regionale perchè mi ha lasciato tanti ricordi e soddisfazioni uniche.
Da giocatore il momento che ricordo con più piacere è l’argento conquistato nella gara a squadre under21 con Panzera e Spinicchia. Come sconfitta più amara cito quella nel lontano 1997 quando durante un torneo di qualificazione ai campionati italiani giovanili persi in semifinale categoria ragazzi contro il mio futuro compagno di squadra Panzera. Sconfitta che purtroppo mi tagliò fuori dai campionati italiani quella stagione.

Il Paio allenatore

🔴 Passiamo al periodo in cui hai allenato. Da tecnico e direttore tecnico hai ottenuto tanti successi con i tuoi atleti. Non ti chiederemo quale ritieni il più bello perchè sarebbe impossibile rispondere ma quale pensi sia stato il più inaspettato? Inoltre se ti fosse data la possibilità di rigiocare una sola finale persa, di un tuo giocatore o di una tua squadra, quale vorresti rigiocare?
⚫️ Effettivamente in 14 anni trascorsi come allenatore del TT Torino i successi sono stati tanti, con tanti atleti. Di ognuno ho un gran bel ricordo. Sicuramente le due vittorie più inaspettate sono l’oro a squadre junior con Piciulin, Corazza e Carmona, nel 2017, quando vincemmo in finale contro Castel Goffredo e la conquista del titolo italiano allievi con Federico Vallino nel 2019. Se potessi rigiocare una finale persa? Quella dello scorso anno della gara a squadre allievi contro Frassati.

Uno di noi

🔴 Siamo tutti convinti che tu resterai sempre e comunque uno dei nostri. Cosa ti senti di dire in questo momento rivolgendoti al TT Torino?
⚫️ Nonostante abbia deciso di interrompere il mio lungo ed indimenticabile percorso con la società ciò che mi sento di dire è che lascio un gruppo competitivo che potrà crescere ancora tanto. La prossima stagione sarà particolare a causa della pandemia che ci ha colpito ma il mio consiglio, per giovani e meno giovani, è quello di ripartire dalla passione che è il valore aggiunto che un atleta deve avere per affrontare con forza e determinazione il futuro. Lascio dei ragazzi eccezionali con cui ho condiviso davvero tanto dentro e fuori dal campo e mi sto riferendo anche ai ragazzi che in questi anni hanno smesso per vari motivi o che hanno deciso di continuare la loro avventura sportiva in altre società. Al TT Torino auguro di continuare ad avere successi e di portare avanti la tradizione sportiva che in tutti questi anni ha saputo portare avanti con sacrificio con me e tutti gli altri collaboratori che mi hanno affiancato.

La prossima stagione sarà particolare a causa della pandemia che ci ha colpito ma il mio consiglio, per giovani e meno giovani, è quello di ripartire dalla passione che è il valore aggiunto che un atleta deve avere per affrontare con forza e determinazione il futuro. Lascio dei ragazzi eccezionali con cui ho condiviso davvero tanto dentro e fuori dal campo e mi sto riferendo anche ai ragazzi che in questi anni hanno smesso per vari motivi o che hanno deciso di continuare la loro avventura sportiva in altre società. Al TT Torino auguro di continuare ad avere successi e di portare avanti la tradizione sportiva che in tutti questi anni ha saputo portare avanti con sacrificio con me e tutti gli altri collaboratori che mi hanno affiancato.

🔴 Per concludere, con la tua esperienza cosa ti senti di consigliare ad un tuo collega allenatore? Nel tuo futuro ci sarà ancora tennistavolo?
⚫️ Come ho già detto prima la passione è alla base di tutto. Inoltre un mio dogma personale è che lo sport è sicuramente fatto di risultati, soprattutto quello di alto livello, ma prima dei risultati è importante creare un legame con l’atleta. E’ importare capire la natura più profonda dei propri giocatori per aiutarli a crescere mentalmente e supportarli nei momenti più difficili.
Per il futuro ho ancora programmi nel mondo del tennistavolo ma con un ruolo più marginale perchè sto valutando anche altre prospettive.
Ancora grazie a tutti e spero di rivedervi presto sui campi di gioco…

Grazie a te Andre da parte della società tutta per il lavoro svolto ed i successi ottenuti. E’ stato un grande piacere ed onore condividere insieme a te questo cammino durato così tanti anni e siamo sicuri che resteremo vicini.
In bocca al lupo per tutti i tuoi nuovi progetti!

Aggiornamenti sulla riapertura attività agonistica TT TORINO dopo lo stop legato al corona-virus

A distanza di quasi 10 giorni dal primo decreto emanato sul territorio nazionale che aveva bloccato l’attività sportiva in via precauzionale visto l’espandersi dei casi legati al corona-virus informiamo i nostri tesserati e corsisti che siamo in attesa della riapertura ufficiale dell’intera attività.

Un primo avviso ai soci agonisti è che questa settimana si disputeranno regolarmente soltanto i campionati regionali come da calendario vista la decisione presa dal comitato regionale piemontese mentre se tutto dovesse procedere nella norma gli allenamenti potrebbero ricominciare dal 4 marzo- di seguito trovate il link sugli aggiornamenti della regione piemonte. https://www.regione.piemonte.it/web/pinforma/notizie/coronavirus-gli-aggiornamenti-dalla-regione-piemonte

Ricapitolando ricordo gli appntamenti per questa settimana.

Venerdi 6 marzo in casa giocheranno la D1 e la D3 maschile

Venerdi 6 marzo in trasferta (Enjoy) giocherà la C2″C”

Venerdi 6 amrzo in trasferta (crdc) giocherà la D2″B”

Sabato 7 marzo in casa giocherà la C2″BRAIDA”

Ringraziandovi per l’attenzione e sperando in una ripresa veloce e normale dell’attività buon tennistavolo a tutti. In caso di novità importanti seguiranno ulteriori comunicazioni.

Consiglio a tutti di rimanere informati tramite i social sulle disposizioni emanate dal governo e dalla regione sull’attività in ogni caso, fonti dalle quali prendiamo e comunichiamo notizie grazie. Il direttore tecnico PAIOLA ANDREA.

A Torino sbarca la giovane Teresa D’Ercole

Nuovo arrivo in casa Tennis Tavolo Torino. Arriva dalla società Città dei Sassi la giovane quattordicenne Teresa D’ Ercole.

Una scelta tecnica e di vita importante per poter ambire a risultati ancora più ambiziosi e confrontarsi in una realtà pongistica che le permetterà di disputare il campionato di serie A2 femminile e giocare con continuità tornei di alto livello insieme ad un gruppo di giovani già collaudato .

Queste le prime parole della giovane Teresa e del suo coach e amico Colucci Domenico: ” La mia è stata una scelta per potermi migliorare ancora di più e per dare continuità a degli obiettivi che mi sono prefissata. Disputare un campionato di alto livello e ambire ai colori della nazionale sono i miei sogni e che grazie al rapporto di collaborazione col TT Torino spero di raggiungere. ” D.C.” Teresa si è approcciata da poco a questo sport ma grazie alla sua grinta e determinazione nel giro di due anni è riuscita a scalare le classifiche e a mettersi in mostra in varie competizioni. Speriamo che questa scelta, importante, possa darle soddisfazione. La decisione di giocare per il Tennis Tavolo Torino è stata trovata in comune accordo e conoscendo bene l’ambiente dove ho giocato per 5 anni è stato facile poi decidere per questa strada. Pochi giorni fa abbiamo terminato uno stage tecnico e di preparazione fisica in collaborazione con Andrea Paiola e i suoi allievi tra i quali Vallino, Giai, Ricupito e Fanizza, tutti giovani come Teresa con i quali ha subito legato un ottimo rapporto.”IMG-20180707-WA0010

La società torinese augura a Teresa una grande annata sperando insieme di ottenere i traguardi prefissati. La strada sarà lunga e dura ma con i giusti propositi nessun traguardo è da escludere.

Pergamena dello sport 2017 al Teatro Carignano di Torino

Si è svolta questo pomeriggio al Teatro Carignano la cerimonia di consegna del riconoscimento, la Pergamena dello Sport 2017, assegnato dalla Città di Torino ai 134 atleti torinesi o militanti in società sportive del capoluogo piemontese che, nel corso dell’anno passato, hanno conseguito risultati di rilievo a livello internazionale, contribuendo a portare nel mondo la migliore immagine di Torino e proponendosi come esempio virtuoso per tutti i giovani.

Presente alla premiazione il sindaco di Torino Chiara Appendino e l’assessore allo sport Roberto Finardi.

Per il tennis tavolo piemontese erano presenti per il settore paralimpico Lorenzo Cordua ( Cus Torino) e il nostro giovane portacolori VALLINO COSTASSA FEDERICO del Tennis Tavolo Torino.
L’atleta torinese, appena 12 anni è stato premiato per l’ottimo secondo posto conseguito a marzo 2017 all’Open Internazionale di Lignano dove aveva ottenuto la medaglia d’argento nella gara di singolare maschile.

La società e tutto lo staff tecnico si congratulano con Federico per il traguardo raggiunto.

27045115_10213430046898277_69988987_n (1)