COPPA ITALIA 2020

Foto di Pierluigi Roncallo

Si e’ svolta la seconda edizione della Coppa Italia F.I.T.E.T. riservata alle squadre di serie A1 maschile e femminile e alle qualificate dalla serie A2; in concomitanza di scena anche la Coppa Italia delle squadre regionali di C2 che lottavano per una promozione in C1 maschile.

Palcoscenico dell’avvenimento il Palatennistavolo Aldo De Santis di Terni già arena di grandi battaglie da diversi anni. Per il TT Torino erano presenti nella squadra di serie A2 le atlete Miriam Carnovale, Stella Frisone e De Costanzo Anastasia. Il sorteggio prevedeva 2 gironi uno composto da 3 squadre e l’altro da 4. Purtroppo la sorte inserisce il nostro team nel girone con Cortemaggiore e Bagnolese, squadre assai ostiche e di altissimo livello.

foto di Pierluigi Roncallo

Nel primo match con Cortemaggiore, le capoliste delle serie A1 femminile le nostre ragazze subiscono un 3 a 0 che però ha dato spunti interessanti per delle atlete ancora molto giovani e che hanno potuto confrontarsi con giocatrici di altissimo livello e di esperienza internazionale. Nel doppio sono scese in campo De Costanzo-Carnovale che hanno potuto rodarsi in vista degli italiani giovanili cercando di trovare feeling e combinazioni di gioco che le serviranno in futuro. Nel primo singolo , Frisone lotta e non sfigura disputando un ottimo match contro la numero uno avversaria Ruta Paskauskiene a dimostrazione che l’atleta di origine Savonese sta maturando e accrescendo il suo bagaglio tecnico. Nel secondo singolare , Carnovale parte un pò intimorita per uscire poi meglio alla distanza dopo i primi 2 set e giocando abbastanza bene il 3 set contro la forte Sabitova e anche per lei questo match servirà per capire su cosa bisogna lavorare per cercare nel prossimo futuro di aggiustare alcuni aspetti sia tecnici che di gestione match.

foto di Pierluigi Roncallo

Nella seconda partita, le difficoltà trovate dalle nostre ragazze sono state maggiori, complice lo splendido stato di forma delle atlete della Bagnolese. Lombarde che addirittura riescono a battere Cortemaggiore classificandosi al primo posto del girone.

Anche in questo match scendono in campo per il doppio De Costanzo- Carnovale che poco possono fare contro Mosconi-De Graef che esibiscono alcuni colpi di livello internazionale e una gestione delle situazioni su risposta e prima palla più efficace delle nostre.

foto di Pierluigi Roncallo

Nei singolari si affrontano Frisone con Tian Jing dove anche in questo match l’atleta ligure non demorde e per un soffio non riesce a strappare il secondo set che la vede cedere ai vantaggi dopo essere stata dominatrice a lunghi tratti cedendo poi il passo per 3 a 0. Nel secondo singolare Carnvoale affronta la nazionale belga De Graef dove nonostante alcuni scambi molto belli la giovane originaria di Piscopio non riesce a strappare set all’avversaria perdendo 3 a 0.

Sicuramente una bella esperienza per le nostre ragazze che hanno cercato di onorare al meglio l’impegno con determinazione.

foto di Pierluigi Roncallo

Passiamo alla c2 maschile che vedeva il team composto da Amerio Alessio, Stefano Fanizza e Colucci Domenico, guidati dal coach Paiola cercare un ruolo da protagonisti in un torneo lungo e pieno di insidie.

La squadra rappresentativa del Piemonte dopo i sorteggi era posizionata come testa di serie numero 4. Il tabellone prevedeva quattro gironi dove le prime due classificate avrebbero avuto accesso ai quarti di finale.

Il girone affrontato dai nostri ragazzi è stato un percorso netto dove dopo aver vinto per 3 a 0 contro la Nuova Luzzi e l’Atletic Club l’unica insidia era il TT Maccheroni che tra le sue fila poteva contare su un mix di esperienza e gioventù. Partita equilibrata per determinare la prima posizione che i nostri dopo aver vinto il doppio hanno portato a casa con autorevolezza con le belle vittorie nel singolare da parte di Colucci due punti e Amerio decisivo con la bella vittoria su Carletti.

Nei quarti di finale partia molto tesa e a tratti incerta contro il forte Villaggio Lucca che tra le sue file poteva contare su atleti di tutto rispetto e che la classifica iniziale non dava pieno merito. Dopo aver perso per un soffio il doppio per 3 a 2 con Amerio-Fanizza ci ha pensato il nostro asso da novanta Colucci a dare una svolta decisiva alla partita con la vittoria tra numeri 1 delle squadra battendo Larindi Roberto per 3 a 1.

Grinta e coraggio hanno poi aiutato il giovane Fanizza a vincere il match determinante contro Bacci Federico e da li la strada per i nostri e’ stata in discesa con Colucci che chiude la partita con la vittoria agevole su Casini.

Giunti in semifinale, forti e con tanta autostima i nostri hanno compiuto una grande impresa battendo la testa di serie numero 1 Sinigallia per 3 a 2. Anche qua dopo aver perso tirato per 3 a 2 il doppio, grande ripresa nei singoli con Colucci che batte in una vera maratona l’ostico Spinozzi e riequilibra la partita. Sul 1 pari scontro fra i numeri due dei team con Fanizza che vince per 3 a 2 contro Piacente dimostrando tanta grinta, dote che gli ha permesso di vincere e portare in vantaggio la squadra torinese. Nel match successivo Amerio gioca un buona partita ma nei punti decisivi contro Spinozzi un pò di indecisione e un pò per il gioco ostico dell’avversario, Alessio non riesce a portare a casa il primo set che poteva essere decisivo. Nell’ultimo incontro chiude il discorso Colucci che con calma e esperienza porta in finale il TT Torino.

Giunti in finale rimaneva l’ultimo ostacolo che ci vedeva opposti nuovamente al TT Maccheroni già affrontati nel girone. La partita si presentava assai complicata con gli avversari che si mostravano molto agguerriti e in forte crescita essendo arrivati anche loro alla fine del torneo e avendo battuto delle compagini molto forti che sulla carta le erano superiori.

Tra l file della squadra laziale innesto nuovo nel doppio rispetto al giorno prima che ha spiazzato un pò i nostri giovani Amerio e Fanizza che cedono il passo nel doppio perdendo per 3 a 2. Percorso in salita per i nostri con gli avversari motivati a mille e la dimostrazione e’ avvenuta nel match tra Colucci e Carletti che vedeva il torinese vincere ma per 3 a 2 dopo essere quasi uscito sconfitto.

Sull’1 pari diventava quasi determinante il match tra Fanizza e Mottola dove la partita e’ stata incerta in tutti i set disputati finiti sempre ai vantaggi a dove l’esperienza maggiore dell’atleta laziale ha fatto la differenza portando a casa la vittoria per 3 a 1.

Situazione che veniva rimessa in bilico da Colucci con la vittoria agevole su Tomasini per 3 a 0. Nel match decisivo, Amerio forte e consapevole di aver battuto il giorno prima il suo avversario è sceso in campo deciso e concentrato ma è giusto dire che Carletti, come dimostrato nel match con Colucci si è dimostrato tutt’altro atleta rispetto a 24 ore prima esprimendo un gioco e una grinta veramente incomiabili. Onore al giovane Amerio che sicuramente ha sentito un pò di pressione ma che ha onorato al meglio la causa.

Un ottimo secondo posto comunque per la comapagine torinese che ha tenuto alto i suoi colori e che è stato per tutta la manifestazione protagonista.

Un ringraziamento particolare a tutti gli atleti che hanno partecipato alla spedizione, sono stati 3 giorni oltre di sport di forte aggregazione e diciamolo anche quella è una vittoria.